la vita all'improvviso è la storia di un amore che inchioda il lettore alla certezza che l'unica arma per sopraffare il dolore è il coraggio di ricominciare. Senza soffocare ma, anzi, partendo dalla sofferenza per trasformarla in un territorio salvifico.
Simona Izzo

di Francesco Giugno

La vita all'improvviso.

Francesco e Viviana vivono a milleduecento chilometri di distanza, lui in Calabria lei in Piemonte. Non si conoscono ancora, eppure, la vita, per entrambi è cambiata improvvisamente. Con grande fatica cercano di affrontare il loro quotidiano, la ripresa del lavoro, la responsabilità di crescere un figlio. Ma entrambi devono fare i conti con un dolore troppo forte. Sentono di aver perso tutto. Rivivono il loro passato che ha avuto un tragico epilogo. L’evoluzione di questo incontro, quasi magico, sarà veloce e inaspettata ed il tempo darà ragione ad entrambi.
Acquista

Informazioni tecniche

Prima edizione 17 Dicembre 2020 realizzato in Total Fifty Publishing
ISBN 978-88-5540-163-0
Collana Really
Edito da Susil Edizioni

La vita all'improvviso.Acquista

SpuntaFormato 14x21
Spunta Pagine n. 196
Spunta Interno: Arena Natural Bulk 90 gr. con stampa in bianco e nero
Spunta Copertina: Morbida in cartoncino kote lucido bianco extra white 300 gr. con stampa 4/0 colori
Spunta Confezione: Brossura Fresata, Dorso Quadro

Video "Grazie di tutto"

Citazioni e riferimenti
Canzone. Cesare Cremonini - La Nuova Stella Di Broadway
Canzone. The Lumineers - "Stubborn Love"
Canzone. Noa - Beautiful That Way - La Vita è Bella
Canzone. Céline Dion - A New Day Has Come
Canzone. Biagio Antonacci Dimenticarti è poco
Canzone. Ellie Goulding - Your Song
Canzone. Tu non mi basti mai - Lucio Dalla
Canzone. Una su un milione – Alex Britti
Canzone. Anna Oxa - Quando nasce un amore
Canzone. Hallelujah di Leonard Cohen
Canzone. Un amore all’improvviso
Link a sito. Gruppo Eventi - Associazione di promozione sociale di Roma, fondata nel 1996 da Livia Crozzoli Aite come Associazione Culturale, poi di Volontariato e lavora fondamentalmente sul tema del sostegno al lutto.

Amore EternoAmore eterno Maya

Recensioni

 

Ho ripreso fiato. Ecco cosa ho fatto appena chiuso questo libro. Ho ripreso fiato perché leggerlo mi ha scatenato tantissime emozioni e quella più forte e sfiancante è stata la percezione del dolore dei protagonisti. Francesco e Viviana sono stati messi , entrambi, a dura prova davanti ad una tragedia che gli ha devastato l’esistenza. In questa storia c’è dolore, morte e vita tutte strettamente legate l’uno all’altro, uno la conseguenza dell’altro. Ringrazio Francesco per avermi fatto conoscere la sua storia, lo ringrazio per avermi fatto riflettere e apprezzare su quello che ho OGGI, promettendo di godermi ogni giorno come se fosse l’ultimo perché non bisogna mai dare nulla per scontato. ♥️ Myriam

Un libro meraviglioso, due famiglie distrutte da un profondo dolore che andranno avanti solo rimanendo uniti. Manuela

Quando Francesco mi ha contattata per questa collaborazione ho accettato subito senza nemmeno leggere la trama, sapevo solo che parlava di lui e della sua vita. Quando il romanzo è stato nelle mie mani ho aspettato per leggerlo, il mio cuore forse non era ancora pronto ad affrontare questo viaggio, viaggio fatto di lacrime, dolore, sofferenza , perdita ma anche di voglia  e il coraggiodi ricominciare grazie all'amore. La storia di Francesco è la storia di un uomo a cui la vita ha tolto tanto ma alla fine ha saputo anche farsi perdonare. È la storia di un padre coraggioso, di un marito che nonostante la vita gli abbia voltato le spalle non si abbatte e cerca un nuovo motivo per continuare a vivere. "Dentro di me sento un vuoto enorme,acuito dalla consapevolezza definitiva della sua assenza." Abituarsi ad un'assenza non è facile,la vita poi ha delle regole crudeli.Ti affanni, costruisvi,ami, e in un attimo ti toglie tutto, proprio nel momento di massima felicità. "Come può Dio permettere tanta sofferenza?" Ma sarà la stessa vita a dare  una risposta a Francesco, spesso pensiamo che tutto è perduto e invece, la vita ti sorprende facendoti sperare che dopo un temporale arriva l'arcobaleno. Questo arcobaleno ha un nome:Viviana. Viviana vive in Piemonte, insieme alla piccola Martina, pensava che niente e nessuno avrebbe mai minato la sua felicità e invece un mattino tutto cambia. "Non riesco ad accettare la situazione, non riesco a farmene una ragione.Non posso continuare a logorarmi vol rischio di cadere in depressione." Affrontare una perdita non è mai semplice, il dolore si fa sentire vivo e pungente ogni giorno, si fa strada al centro del petto e si allarga in tutto il corpo. Poi una consapevolezza bisogna reagire, per lei e per la piccola. E la vita che muove fili troverà un modo per fare incontrare lei e Francesco. Sembra quasi un piano divino, un volere consolare queste due anime così lacerate dal dolore. Francesco e Viviana sono l'uno la medicina dell'altro. Sono balsamo per le ferite, sono attimi di felicità e amore per quei piccoli bambini che devono crescere. La storia di Francesco è un pezzo della sua anima che si apre al lettore, il dolore si sente, si vive e si respira. Le lacrime versate  e i fazzolettini utilizzati sono tanti. È impossibile non partecipare a questo dolore che ti scava dentro e ti arriva al cuore. Ho letto il libro senza riuscire a staccarmi dalle pagine, quasi in apnea. La delicatezza e la sensibilità con cui è scritto tocca le corde dell'anima. La vita è imprevedibile, così come l'amore che quando arriva riesce ad asciugare lacrime, lenire ferite e ridonare il sorriso. La vita all'improvviso ci insegna che non bisogna mai perdere la speranza, che il dolore e il passato faranno sempre parte di noi, ma ci insegna pure a crescere a diventare forti con la consapevolezza che ancora una volta tutto può cambiare. "La vita all'improvviso è cambiata due volte in pochissimo tempo.Prima mi ha tolto tutto e poi mi ha restituito la speranza di vivere." Complimenti Francesco per aver avuto il coraggio di donarci una parte di te. Mary

Personalmente questo libro mi ha emozionata tantissimo,una pagina ha tirato l’altra. Lo scrittore ha impostato la storia molto bene,e questo mi ha permesso di viverla a pieno,tra l’altro tra le righe,Francesco,ha lasciato molto di lui. Ho pianto e sperato insieme a loro. Sì,perché questo è anche un libro che porta speranza,e ci insegna che se cerchiamo di non abbatterci,per noi e per chi abbiamo accanto(e anche per chi abbiamo perso),qualcosa di meraviglioso può succedere. Per concludere credo sia un libro che ognuno dovrebbe avere nella propria casa,perché oltre alla storia emozionante,ci fa capire anche di dover vivere ogni giorno a pieno,perché “nella vita non abbiamo il privilegio di scegliere”. Paola

Questa è la storia di Francesco e Viviana, una storia di dolore e di rinascita, segnata dal lutto improvviso e dal lungo percorso di accettazione seguito poi da una rinascita. La vita toglie, la vita dà! Questo romanzo nasce sotto consiglio di Simona Izzo, ma anche sotto l'esigenza dell'autore che ha voglia di raccontare e condividere la sua storia e quella di Viviana per dare speranza, perchè altri come loro possano trovare una luce in fondo al tunnel, perchè possano sapere che a volte i miracoli accadono così all'improvviso senza che nessuno se lo aspetti.La prima parte del romanzo è segnata da tanto dolore e dalla necessità di organizzarsi per andare avanti soprattutto per le loro creature. La seconda invece è il percorso che porta Francesco e Viviana ad unirsi. Entrambi sentono la necessità di parlare e condividere la loro esperienza con altre persone che vi sono passate, così si imbattono sul sito gruppoeventi.it su una chat/ forum "Soli insieme" ed iniziano a scriversi e subito dopo a parlare ore al telefono. Scoprono così di avere grande affinità e nello stupore misto a paura iniziano a provare dei sentimenti. Mettono da parte la paura, bruciano le tappe perchè hanno imparato a loro spese che bisogna non rimandare a domani, che la vita è breve e che bisogna cogliere le occasioni. Una storia magnetica che mi ha tenuta incollata alle pagine. Alla fine del libro ti sembra quasi di conoscerli. Un libro dolce amaro così come è la vita, con un messaggio di speranza: per sopravvivere al dolore bisogna avere il coraggio di ricominciare. Cristina

Pochi giorni fa ho concluso la lettura di questo libro che mi ha stravolta e al tempo stesso piacevolmente sorpresa, la storia che Francesco racconta (la sua storia, la storia di Viviana) è estremamente coinvolgente ed emozionante in un modo che, forse non mi aspettavo. I due protagonisti della storia diventano come intimi amici per chi legge questa storia tanto bella e segnata dal destino, da sembrare quasi irreale. Il legame che si crea tra i due protagonisti fa sognare e fa sperare e credo che questo sia il più grande dono che l'autore faccia al pubblico di lettori: dona una storia intima e personale che fa molto riflettere su temi forti della vita e dà speranza nella possibilità di una "rinascita" grazie alla forza dell'amore, anche dopo ciò che ci sembra l'ora più buia della nostra vita, anche nel momento in cui il dolore sembra non lasciare scampo. Grazie a Francesco per questa storia di luce, vita e speranza! Roberta

Un libro davvero emozionante. Un libro che esprime tutto il dolore vissuto da Francesco e Viviana..un libro che narra la felicità e serenità ritrovata dai protagonisti e dai loro splendidi bimbi. Una storia importante, dove si percepisce dolore, sofferenza, voglia di ricominciare e tanto amore. Auguro a Francesco, Viviana ed ai loro tre fantastici pupetti tanta serenità. Non arrendetevi mai. Con affetto Mary.

Sono così felice delle entusiastiche recensioni al libro di Francesco ... io l'ho solo spinto a raccontare se stesso e la sua dolorosa ...ma poi ...salvifica vicenda ...perché sapevo che avrebbe fatto centro nel cuore dei lettori, per l'onestà intellettuale e la capacità di mettersi a nudo senza riserve. So quanto ha contribuito, emotivamente ,anche Viviana all’opera e quanto lo abbia sostenuto nei momenti di sconforto che sempre, sono legati alla creazione. La mia stima e l’affetto vanno anche a lei che con discrezione e generosità lo ha accompagnato in questa avventura ... all'improvviso è nato uno scrittore ... mi auguro di poter trarre un film da questa storia. Simona Izzo

Era tanto che non leggevo un libro quasi tutto di un fiato... Mi ha coinvolta dalla prima pagina, sono stata inizialmente travolta dalla tristezza dei drammi vissuti per poi provare tanta gioia nel vedere che nonostante la vita abbia tolto tanto a queste giovani vite poi ha dato loro una seconda possibilità! Spero davvero di poterne guardare il film il prima possibile... Un libro di grande insegnamento!! Grazie❤️ Sabrina M.

La narrazione, limpida e lineare, riconduce ad uno scavo psicologico perseguito con alta precisione e definizione, per arrivare alle radici profonde del malessere ,con l’intento di sradicarlo attraverso una catarsi interiore che si realizza con il racconto. I fatti che vengono dipanati portano ordinatamente il lettore a rendersi “compartecipe” degli accadimenti dolorosi e terribilmente tragici di tutta la prima parte, ponendolo nella condizione di assimilare fino in fondo lo stato di vuoto e smarrimento esistenziale ,quasi creando un’atmosfera di sottile involontaria complicità interiore. La linearità espressiva è data da parole esatte e da frasi asciutte che servono a scolpire e rendere in modo netto e nitido, ora il perimetro del dolore acuto e struggente, ora la dolcezza del nuovo sentimento nascente. ”Guardo il cellulare poggiato sul sedile accanto al mio e scoppio a piangere… Per la mia vita piena di vuoto, così insopportabile da togliere il respiro….Tenere a bada il dolore non è mai un’impresa facile”. Il racconto realizza un’escalation che non è solo temporale ma di pathos e il coinvolgimento del lettore aumenta via via che le vite da parallele finiscono con l’intrecciarsi, mettendo in circolo tutti i sentimenti dei protagonisti nel loro vissuto quotidiano, straordinariamente vero. Colpisce la naturalezza e la spontaneità con cui essi crescono davanti al lettore, che quasi riesce a materializzarli via via che li scopre ,sempre più familiari, vicini e reali, animati da sensazioni, sentimenti e stati d’animo che, pur contrapponendosi, finiscono per trovare un’intima fusione e sintesi. E più si realizza il nuovo stato, più il lettore si sente rinfrancato in quanto anch’egli ha compiuto un percorso , in un transfert emozionale di ritrovato equilibrio emotivo. Il lettore viene gradualmente “condotto fuori” dall’io narrante ed entrambi riemergono verso la solarità dell’esistenza che, ad un certo punto, appare possibile. ”Eppure sono ancora in questo mondo e l’istinto mi dice che non posso tirarmi indietro. Devo vivere al meglio delle mie possibilità…” “nei giorni successivi mi sento meglio. Più libero, più leggero, come se avessi creato altro spazio dentro di me. Come se avessi fatto ,almeno in parte, la pace con il passato e fossi finalmente pronto ad accogliere il presente in tutta la sua pienezza. .”E’ il nuovo che si è aggiunto al vecchio, il presente che si è aggiunto al passato.” Quest’ultimo passaggio, a mio avviso, racchiude la chiave ultima di lettura. Nulla è stato cancellato .E’ impossibile. Il percorso mentale è compiuto. L’ “Io” ha fatto pace con sè stesso. Solo da questo punto è possibile la ripartenza. La lettrice, profondamente colpita, ringrazia per il messaggio forte e profondo che ha capitalizzato e, fiduciosa, attende dall’autore altre pagine… Cettina

Conoscere Francesco non basta a capire l'emozione che da quello che ha scritto. Ci ha donato una parte della sua anima nel raccontare quello che ha vissuto, il dolore che hanno affrontato con Viviana, ma sopratutto la gioia di rinascita di un nuovo amore, quei sentimenti intensi e puri che li ha portati a formare una nuova e bellissima famiglia. A volte il destino, il fato o come lo si vuole chiamare ci toglie tutto ma allo stesso modo ci dona tanto. Complimenti di cuore Domenica G

Questo libro è davvero un concentrato di emozioni forti. Si percepisce tutto il dolore provato, ma anche la voglia e la speranza di potere ancora credere che la vita può dare ancora tanto. Sì respira la voglia di tornare a credere in una vita normale perché quando si soffre così tanto, la normalità e la quotidianità di una famiglia, sono davvero lo stato puro della felicità. La felicità che Viviana e Francesco meritano ❤Anna Maria D.S.

La vita a volte gioca brutti scherzi, due giovani,una a nord l'altro a sud, colpiti da un dolore molto simile,la prematura perdita dei loro congiunti. Da un grande dolore,una conoscenza casuale, due destini si incrociano, nasce la speranza, rinasce la vita, ritorna la felicità, Alessandro.Buona vita a Francesco,Viviana,Lorenzo, Martina e Alessandro. AntoCava

Un libro drammatico sulla magia della resilienza. Con un linguaggio semplice e fluido, Francesco riesce a far attraversare al lettore tutte le sfumature dei più vitali fra i comportamenti umani: l’amore, la paura, il dolore, la compassione, la tenerezza, la speranza e poi la gioia. Francesco e Viviana sono due persone forti, a cui la vita ha tolto tanto, tutto, in un attimo. Due persone che avrebbero potuto abbandonarsi alla rabbia e all’amarezza per i traumi subiti, ma che invece hanno saputo guardare avanti. Perché solo attraverso il coraggio, come si comprende dalle pagine di questo libro, si può rinascere, si può arrivare a completare l’infinito, si può raggiungere il luogo perfetto che ognuno è nato per abitare. Francesca

Un libro che lascia un senso profondo di speranza nonostante la vita non sia stata morbida con i personaggi. Un libro che fa riflettere su quanto non ringraziamo mai abbastanza per tutto ciò che abbiamo e che fa capire che la vita è una questione di attimi e quegli attimi non sono poi così scontati, perché in un solo istante tutto può finire....ma anche ricominciare come in questo caso. Una storia che ha dell'incredibile, che fa sognare e sottolinea l'importanza di vivere nel qui e ora. LA VITA ALL'IMPROVVISO è la rivoluzione di due vite che creano quel qualcosa che tutti noi chiamiamo Amore Manuela C.

Un libro surreale se non fosse una storia vera scritta con parole che scavano nell'animo dei protagonisti. Una storia profonda piena di dolore ma anche di speranza ,la strada giusta per sconfiggere i momenti bui della vita. Rosaria R.

Un libro che lascia sospesi, in una bolla tra realtà, sogno e desideri... Una realtà dura e sofferta che annienta e che toglie il fiato, il desiderio di riavere chi si ama ancora una volta accanto, ma anche il desiderio di ricominciare quando si intravede un barlume di speranza...ed è qui che il sogno di andare avanti si fa strada, si fortifica e si realizza con volti nuovi, capaci di aggrapparsi al passato, per ricostruire un nuovo presente. Un dolore che ha colpito e cambiato più vite, in modi diversi. Una lettura struggente, coinvolgente e vera. Una storia che insegna a non mollare mai,  a non gettare via il tempo, condividere la sofferenza e a riscoprirsi, a staccarsi dagli schemi per riconciliarsi con la dura realtà che paralizza. L'essenziale che è racchiuso nell'amore. Angela L.

La storia di Francesco e Viviana è una storia pazzesca, devastante, autentica e surreale al tempo stesso. Un racconto che ti colpisce e ti emoziona dal primo all'ultimo momento con sentimenti diversi e contrastanti. Un racconto che fa riflettere su quanto sia fugace ogni momento vissuto, quanto tutto può cambiare in un attimo. Un libro intenso che consiglio a tutti di leggere. Rosaria

Scriveva Kafka : “Un libro deve essere un'ascia per rompere il mare di ghiaccio che è dentro di noi”…..e questo libro, per me, lo è stato. "La vita all’improvviso" è una storia vera, intensa, incisiva: è uno scorrere di considerazioni, riflessioni, osservazioni, che accompagnano il lettore verso un senso di responsabilità: Vivere, non arrendersi e ricominciare… “perché nella vita, scrive Francesco, nulla è scontato tutto può cambiare da un momento all’altro…….” e ancora “quando il destino è nelle nostre mani però, e ci offre la possibilità di far andare le cose nella direzione giusta, dovremmo almeno provarci.." Saverio M.

Una storia vera, che mette il lettore davanti alla consapevolezza più dura e cruenta di quanto la vita possa cambiare in ogni istante. La lettura, attraverso un andirivieni di emozioni forti, amplifica la percezione della realtà, della vita, facendo scivolare le sovrastrutture della mente legata al materiale, lasciando spazio solo per ciò che conta veramente: Vivere, Amare, Sognare. Antonello

Ho letto il libro tutto d'un fiato, una pagina tirava l'altra! Bravo francesco questo libro ci fa capire che anche se ci sono momenti bui, molto bui e dolorosi, la vita è bella e meravigliosa, c'è sempre la speranza di ricominciare 🥰🥰. Francesco e Viviana spero possiate essere un esempio x tutti quelli che vivono tanto dolore!! leggetelo e poi la penserete come me 😉😀😀. Patrizia

Ieri non ho resistito e l'ho letto tutto d'un fiato. Per quanto la vostra storia sia incredibile e "assurda"(mi sia passato volutamente il termine), credo che questo libro sia l'unico mezzo possibile per "superare" qualsiasi parola. E di certo un film aiuterebbe a rimettere insieme tutte le componenti. La modalità di scrittura, concisa nel racconto di Francesco, più ricca nel racconto di Viviana, riesce a fondersi, non distinguendo più chi scrive, nella parte centrale, con entrambi i protagonisti, in una simbiosi che non è casuale e che sottolinea la magia dell' incontro, accompagnando il lettore fino alla fine della storia. Le sensazioni provate, le descrizioni precise di tutto ciò che stravolge le vostre vite, attimo dopo attimo, quel modo di sapersi guardare anche dall'esterno e soprattutto di non badare troppo ai pensieri di chi è vicino, proiettano, chi legge, verso un coraggio, una visione della vita di chi la vita sa "mozzicarla" senza farle male ma facendosi guidare da un istinto, primordiale e nascosto, che pochi hanno il potere di lasciar andare, pur tenendo le redini. Il libro è una "shackerata" all'animo umano, seppur non avendo mai provato certe sensazioni, tutto ciò che all'inizio può sembrare illogico e frettoloso, riporta ad uno stato dei sentimenti che, spesso, per motivi magari più ridicoli e immaturi, accantoniamo, dimenticandoceli. E alla fine si accetta tutto, si annullano gli stereotipi e si finisce per fare il "tifo". Ed il messaggio, secondo me, è destinato a tutti, le paure e le scoperte, le percezioni, l'intuito. Alessandro G.

Giobbe capitolo 42 versetto 12: Così Geova benedisse l'ultima parte della vita di Giobbe più della prima. Un libro di facile lettura ma nello stesso tempo impegnativo per dure prove e situazioni, combinazioni al limite di qualsiasi spiegazione per chi non crede. Giacomo capitolo 1 versetto 17: Ogni dono buono e ogni regalo perfetto vengono dell'alto. Libro assolutamente da leggere

Antonio B.

"Troppo spesso non teniamo conto che la vita all'improvviso può cambiare,anche in modo radicale, e questa cosa può succedere in qualsiasi momento" .Questa è una delle frasi che mi ha colpito maggiormente perché la vita è imprevedibile.Ci fa riflettere perché mentre siamo intenti a fare progetti,lei ci stravolge i piani,ti spoglia delle proprie sicurezze,anche in modo devastante.Francesco e Viviana hanno la forza di ricominciare e di credere ancora nella vita e nell'amore...Bellissimo libro..

Fabio F.

Una storia dall'intensità sconvolgente, dove ci troviamo immersi in una narrazione che contagia ed è impossibile staccarsi dalle pagine del libro. Libro bellissimo e spietato insieme, duro e dolce: è come la vita, che non si può capire, ma solo accettare; è come il passato che va ricordato, ma lo sguardo deve tendere al futuro. "La vita all'improvviso" per affrontare la vita, accettare la perdita, continuare il cammino.

Carmela L.

Non è facile guarire da un'anima riempita di dolore... loro ce l'hanno fatta....non hanno smesso di sognare.... Un bel libro.

Pamela G.

Bellissimo libro... Questa storia fa molto riflettere, non solo per quello che racconta in sè, ma soprattutto per le difficoltà che ci puó porre davanti la vita. “Non è mai un percorso facile,ogni piccolo passo va conquistato con il sacrificio, la tenacia, la pazienza”. Questa è una delle tante frasi che mi ha colpito maggiormente perché fa capire la voglia di rialzarsi senza perdere la speranza poiché la vita ci dona delle gioie inaspettate. Martina F.

Un libro che ti resta dentro. Due vite che si incontrano. Due vite che hanno vissuto un destino beffardo,ma entrambi hanno la forza di credere ancora,di andare avanti e scoprire così La Vita all'Improvviso... Grazia G.

Libro da leggere, in quanto storia vera, che ti appassiona nel racconto scoprendo i particolari di due storie drammatiche che la vita ha messo alla prova, due persone che hanno saputo reagire e che la vita stessa ha fatto incontrare per riprendersi cio che gli aveva tolto..

Pasquale B.

Hai letto il libro? Lasciaci la tua recensione.

 

Contattaci

Vuoi metterti in contatto con l'autore? Compila il modulo e sarai ricontattato al più presto.

Ho letto ed accetto la Privacy Policy